INVIO N°: 028/2012 del 7 Luglio 2012
 
NUOVO PREGEO 10.5 OBBLIGATORIO DAL 15 SETTEMBRE 2012
- IMPORTANTI MIGLIORAMENTI TECNOLOGICI NELLA NUOVA VERSIONE DI PREGEO 10.5 OBBLIGATORIA DAL 15 SETTEMBRE
 
Dal 28 giugno 2012 è disponibile la nuova procedura Pregeo nella versione 10.5, realizzata dall’Agenzia del Territorio in collaborazione con il partner tecnologico Sogei e messa gratuitamente a disposizione dei professionisti abilitati alla presentazione degli atti di aggiornamento del Catasto.
Con questo nuovo sistema, i tecnici (Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, Dottori Agronomi e Forestali, Geometri e Geometri Laureati, Ingegneri, Periti Industriali e Periti Industriali Laureati, Periti Agrari e Periti Agrari Laureati, Agrotecnici e Agrotecnici Laureati) possono operare direttamente sulle banche dati del Catasto terreni attraverso una procedura automatica, fondata su regole condivise.
Il nuovo sistema di aggiornamento è basato su una più evoluta infrastruttura tecnologica che consente di registrare nelle banche dati catastali gli atti trasmessi dai professionisti, anche negli orari di chiusura degli uffici precedentemente inibiti.
I controlli a campione che l’Agenzia del Territorio effettuerà attraverso appositi sopralluoghi, anche su queste registrazioni, garantiranno la correttezza delle informazioni acquisite.
Con il Pregeo 10.5, realizzato grazie anche al prezioso contributo degli ordini professionali coinvolti, l’Agenzia prosegue il suo impegno nella semplificazione amministrativa rafforzando l’efficacia, l’efficienza e la trasparenza dei propri servizi.
La Direzione Centrale del Territorio rende noto, inoltre, che la precedente versione 10.4 di PREGEO sarà tecnicamente supportata fino alla data del 14 settembre 2012.
Oltre tale data non sarà garantita la registrabilità degli atti di aggiornamento non conformi alle specifiche di elaborazione della nuova versione 10.5 o successive della procedura PREGEO, che verranno pubblicate sul sito dell’Agenzia del Territorio.

 
Al fine di ricevere regolarmente la newsletter, ricordi di scaricare periodicamente la posta elettronica mantenendo sempre la Sua casella al di sotto del limite massimo di capienza poiché qualora un messaggio di Informa On Line dovesse raggiungere una casella di posta elettronica piena, l’e-mail verrebbe automaticamente respinta con la relativa perdita dell’informazione.
Se non vuole più ricevere Informa On Line risponda a questa e-mail dalla stessa casella a cui è pervenuta scrivendo: Cancellami
Cordiali Saluti da Informa On Line   
(Antonello Gaias)