INVIO N°: 027/2010 del 9 Giugno 2010
 
IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI 2010
- ENTRO IL 16 GIUGNO LA PRIMA RATA PER CHI HA OPTATO IL FRAZIONAMENTO O TUTTO L'IMPORTO PER IL PAGAMENTO IN UNICA SOLUZIONE
 
Mercoledì 16 giugno prossimo scade il termine per i versamenti in acconto dell'Ici per tutti gli immobili che non sono prima casa.
Entro questa data, per gli immobili non esclusi dal prelievo, va comunque versata la prima rata nella misura del 50% dell'imposta dovuta, calcolata sulla base dell'aliquota e delle detrazioni deliberate dal proprio Comune; se il Comune non ha deliberato nuove aliquote Ici, si intendono prorogate quelle dell'anno precedente.
L'Ici, imposta comunale sugli immobili, istituita con decreto legislativo n. 504 del 1992, deve essere pagata:
  • dai proprietari di fabbricati, aree edificabili e terreni agricoli situati nel territorio dello Stato;
  • dai titolari di diritti reali di godimento (usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi e superficie) sugli immobili sopra elencati;
  • dai locatari in caso di locazione finanziaria (leasing);
  • dai concessionari di aree demaniali.
Il versamento è frazionato in due rate annuali con le seguenti scadenze:
  • ACCONTO - entro il 16 giugno: si versa il 50% dell'imposta dovuta calcolata sulla base dell'aliquote e delle detrazioni previste;
  • SALDO - dal 1° al 16 dicembre: si versa l’imposta dovuta per l'intero anno, calcolata applicando le aliquote e le detrazioni deliberate per l'anno in corso e sottraendo quanto già versato a titolo di acconto il 16 giugno.

  • oppure

  • UNICA SOLUZIONE - dal 1° al 16 giugno: si versa l’imposta dovuta per l’intero anno 2010, con applicazione delle aliquote e delle detrazioni in vigore nel 2010.
Non sono invece più tenuti al versamento dell'imposta i titolari di immobili adibiti ad abitazione principale infatti, a seguito del decreto legge n° 93 del 27 maggio 2008, pubblicato in gazzetta ufficiale n° 124 del 28 maggio 2008 in vigore dal 29 maggio 2008, è stata introdotta l’esenzione dall’ici per le unità immobiliari adibite ad abitazione principale del soggetto passivo, ad eccezione di quelle di categoria catastale A1, A8 e A9.
Per abitazione principale del soggetto passivo persona fisica si intende, salvo prova contraria, quella di residenza anagrafica.
 
 
Al fine di ricevere regolarmente la Newsletter, ricordi di scaricare periodicamente la posta elettronica mantenendo sempre la Sua casella al di sotto del limite massimo di capienza poiché qualora un messaggio di Informa On Line dovesse raggiungere una casella di posta elettronica piena, l’e-mail verrebbe automaticamente restituita al Collegio con la relativa perdita dell’informazione.
Cordiali Saluti da Informa On Line
(Antonello Gaias)