INVIO N°: 044/2009 del 20 Ottobre 2009
AGGIORNAMENTI SOFTWARES DOCFA E PREGEO
- NUOVA VERSIONE DOCFA 4.0 DEL 19 OTTOBRE E SERVICE PACK 1 DEL 15 OTTOBRE PER PREGEO 10
 
DOCFA 4.0 (19 OTTOBRE 2009)
Dal 19 ottobre, per la dichiarazione delle unità immobiliari al Catasto Edilizio Urbano, è disponibile la procedura Docfa (Documenti Catasto Fabbricati) nella versione 4, approvata con provvedimento del Direttore dell’Agenzia del 15 ottobre 2009.
Per consentire ai professionisti un graduale passaggio all’uso della nuova versione, è previsto un periodo transitorio (fino al 30 marzo 2010) durante il quale è consentita ancora la presentazione di documenti di aggiornamento prodotti con la versione precedente (ver. 3.0).
La nuova versione Docfa integra le funzionalità della precedente e migliora la natura dei dati di ingresso nelle banche dati catastali, sia in termini di qualità che di sicurezza.

Vai alla pagina del DOCFA 4.0



PREGEO 10.00 SERVICE PACK 1 (15 OTTOBRE 2009)
Con provvedimento del Direttore dell'Agenzia del Territorio del 1° ottobre 2009 è stata approvata la procedura informatica Pregeo 10 per l’approvazione automatica e la contestuale registrazione nelle banche dati catastali cartografica e censuaria degli atti di aggiornamento del Catasto dei Terreni.
La procedura Pregeo 10 ha efficacia dal giorno successivo alla data di pubblicazione sul sito internet dell’Agenzia del Territorio.
A partire dalla data di entrata in vigore del Provvedimento e fino alla data del 31 maggio 2010, gli atti di aggiornamento geometrico possono essere presentati, in modalità facoltativa, in conformità alla procedura Pregeo 10.
A decorrere dal 1° giugno 2010 gli atti di aggiornamento geometrico devono essere presentati in conformità alla procedura Pregeo 10.

Vai alla pagina del PREGEO 10.00
 
Al fine di ricevere regolarmente la Newsletter, ricordi di scaricare periodicamente la posta elettronica mantenendo sempre la Sua casella al di sotto del limite massimo di capienza poiché qualora un messaggio di Informa On Line dovesse raggiungere una casella di posta elettronica piena, l’e-mail verrebbe automaticamente restituita al Collegio con la relativa perdita dell’informazione.
Cordiali Saluti da Informa On Line
(Antonello Gaias)